Seleziona una pagina

La centralina che controlla il motore, anche detta ECU, acronimo di engine control unit, è un dispositivo elettronico-digitale che regola e gestisce le principali funzioni del motore, quali ad esempio la combustione, la creazione della giusta miscela da immettere in camera di scoppio, ma non solo, infatti deve limitare il più possibile le emissioni inquinanti dei moderni motori a combustione interna. Le centraline più semplici sono in grado di controllare soltanto la giusta quantità di carburante iniettato per ogni ciclo nei cilindri, quelle più avanzate invece, che sono installate nei veicoli più nuovi e moderni, controllano anche il tempo di iniezione, la fasatura di accensione, la fasatura della distribuzione e le numerose altre periferiche del sistema di controllo.

Come funziona la centralina (ECU)

Questo complesso sistema per funzionare necessita di numerosi sensori in grado di rilevare la temperatura del motore, la velocità del veicolo, la pressione atmosferica, la fase della distribuzione e del pistone, la pressione dell’aria nei condotti di aspirazione, la temperatura dell’aria aspirata, la detonazione, la rotazione del motore. Altri sensori sono installati per monitorare la sonda lambda, per interrompere il flusso del carburante in caso di ribaltamento del veicolo, o per controllare il sistema antislittamento come l’ABS. In sostanza il compito della centralina è quello di interpretare i segnali provenienti dai sensori ed elaborarli in modo rapido ed efficacie; i segnali a loro volta per essere interpretati correttamente dalla ECU, devono essere convertiti da grandezza analogica a digitale, per poi essere di nuovo convertiti da digitale ad analogico ed essere rispediti ai sensori che attueranno un movimento operativo per la correzione del caso.

Sintomi di una centralina danneggiata

La centralina, occupandosi della gestione di gran parte delle funzioni di un’auto, è in grado di modificare il comportamento di numerosi dispositivi. Questa prerogativa, che consente il controllo, della trazione, dell’iniezione del carburante, del sistema ABS e dell’adattamento della vettura in base ai cambiamenti atmosferici, non consente una individuazione semplice del guasto. I sintomi più comuni di una centralina danneggiata riguardano principalmente l’accensione del propulsore e in generale l’avviamento dell’auto. I sintomi più evidenti riguardano l’avvio difficoltoso della vettura, anomalie durante l’accelerazione o improvvisi spegnimenti durante la marcia

Installazione delle centraline elettroniche tipo IAW59**

ATTENZIONE
Quando si deve sostituire una centralina di questo tipo, a causa di un precedente guasto del motore, è indispensabile verificare accuratamente le bobine di accensione con un multimetro, prima di montare la nuova in posizione. Le bobine difettose, usurate o danneggiate devono essere sostituite, altrimenti la nuova centralina verrà danneggiata.

Se la spia CODE resta accesa sul cruscotto:

1) Avviare il motore e attendere che venga raggiunta la corretta temperatura di esercizio (almeno 80°C).
2) Accelerare a 5000 giri/min e mantenere tale regime per due secondi.
3) Rilasciare l’acceleratore lasciandolo al minimo per due secondi.
4) Ripetere la sequenza dei punti 2) e 3) per altre due volte.
5 Alla fine del punto 4) la spia rossa CODE si spegne e la procedura è completata.

La procedura di cui sopra è necessaria per sincronizzare il PMS (punto morto superiore) dell’albero motore con i segnali del sensore albero a camme.

Pin It on Pinterest

Share This