Seleziona una pagina

I sensori di alta pressione carburante sono impiegati nei sistemi di iniezione come il common rail e sono in grado di gestire pressioni del carburante fino a 1800 bar. Il sensore misura la pressione del carburante per poi successivamente inviare il dato alla centralina che calcolerà il corretto tempo di apertura degli iniettori in base alla quantità di carburante richiesto; la pressione viene regolata mediante una valvola regolatrice di quantità che solitamente è posizionata direttamente sulla pompa ad alta pressione.

Come funziona il sensore di pressione carburante?

Il sensore di pressione carburante comunica l’informazione acquisita mediante una variazione di resistenza: la pressione del carburante deforma una membrana su cui sono posizionati degli estensimetri. La deformazione degli estensimetri varia la loro resistenza e con l’aumento di essa si riduce l’ampiezza del segnale di riferimento nel circuito integrato; questo segnale sarà infine inviato alla centralina in forma di tensione continua.

A quanti bar lavora il sensore di pressione carburante?

Nei motori diesel dotati di sistema di iniezione Common-rail, la pressione del carburante in fase di accensione e al minimo è di circa 250 bar; la pressione aumenta in modo proporzionale all’aumentare dei giri e della coppia del motore e può raggiungere i 2500 bar.
Nei motori a benzina dotati di iniezione diretta invece, la pressione in fase di avvio è di circa 50 bar, anche se il propulsore è in grado di avviarsi con pressioni inferiori ai 5 bar. Con il motore al minimo la pressione è costante a circa 50 bar e aumenta proporzionalmente con il numero dei giri e della coppia motrice; la pressione può quindi raggiungere i 200 bar.

Principio di funzionamento del sensore pressione carburante

Il collettore anche definito rail, ha il compito di contenere le oscillazioni di pressione provocate dall’erogazione pulsante della pompa di alta pressione e dalle improvvise “iniezioni” di carburante provocate dal funzionamento degli iniettori. Sullo stesso rail è posizionato un sensore di pressione carburante, il cui compito è quello di fornire un segnale di retroazione al circuito di regolazione della pressione. Nello specifico, il dato o valore rilevato dal sensore di pressione, viene comparato con il valore di riferimento previsto in fase di progettazione e memorizzato e inviato alla centralina elettronica. Se c’è una discrepanza tra il valore misurato e quello previsto, viene aperto o chiuso un foro di troppo pieno nel regolatore di pressione della pompa di alta pressione. Nel caso di apertura di questa luce di efflusso, il combustibile in eccesso, tramite una apposito condotto di ricircolo, viene rispedito al serbatoio.

Differenze tra i sensori 9035 e 9312

In riferimento al codice Bosch 0 281 002 788, abbiamo come risultato due sensori di pressione carburante: il 9035 e il 9312. Il sensore con codice 9035 è adatto per essere installato su veicoli Alfa Romeo, Fiat, Iveco e Renault, mentre quello con codice 9312 è adatto per essere montato su vetture Land Rover e BMW.

Sensore pressione carburante

Il sensore 9310 è dotato di boccola e rondella per una perfetta tenuta dell'impianto.

Le differenze inoltre vanno ricercate nel fatto che il sensore 9312 è provvisto di una boccola e una rondella per garantire la corretta tenuta dell’impianto, mentre il sensore 9035 ne è sprovvisto. Essendo sprovvisto di apposita boccola e rondella il sensore di pressione carburante codice 9035 non può essere impiegato per applicazioni Land Rover e BMW, in quanto la tenuta  dell’impianto non potrà essere garantita in alcun modo.

Pin It on Pinterest

Share This