Seleziona una pagina

Il gasolio per autotrazione, alle basse temperature può cristallizzare, in quanto contiene cere disciolte di composti paraffinici che possono causare l’ostruzione dei filtri e l’addensamento gelatinoso del carburante: gli impianti di alimentazione diesel, in queste condizioni, possono subire seri danni e il flusso del carburante risulterà fortemente ridotto a causa di tubazioni bloccate e del carburante che verosimilmente avrà formato dei cristalli nel pre-filtro separatore d’acqua o nel filtro diesel. Queste condizioni sono causate principalmente dalla formazione di cristalli di cera, che depositandosi sul fondo del serbatoio vanno letteralmente ad occludere il filtro del gasolio che diventa inesorabilmente un vero e proprio tappo nel sistema di alimentazione. Il problema della cristallizzazione che si manifesta soprattutto nelle tubazioni, spesso impedisce al veicolo il corretto afflusso di carburante, impedendo di fatto all’auto di accendersi e sovente, anche se si riesce ad avviare il veicolo, di spegnersi qualche istante dopo, soprattutto in fase di accelerazione.

Biodiesel e gasolio ULSD

Attualmente con la maggior diffusione di biodiesel e dei gasoli ULSD (ultra low sulfur diesel), che contengono un bassissimo tenore di zolfo, insorgono nuove difficoltà nei climi più rigidi: mentre con il gasolio ordinario il problema si riesce sostanzialmente ad evitare grazie all’utilizzo di specifici additivi, nei gasoli ULSD e nei biodiesel la risoluzione non risulta così semplice in quanto possono subire fenomeni di cristallizzazione e gelatinizzazione a temperature più alte rispetto a quelle che abitualmente si riscontrano nel diesel ordinario.

Il congelamento del gasolio

I casi più frequenti di congelamento del gasolio, capitano agli automobilisti che percorrono zone montane con del gasolio cittadino nel serbatoio. Il gasolio normalmente venduto dai distributori nelle zone montane o del nord, nei periodi invernali, essendo già additivato, riesce di norma a resistere dai -10°C fino ai -25°C; questi gasoli prendono il nome di gasolio invernale, oppure gasolio artico o gasolio alpino. Nel caso in cui le previsioni siano particolarmente critiche e si volesse stare tranquilli, si può fare affidamento su degli adittivi antigelo, facilmente reperibili nei supermercati, nei negozi specializzati o anche nelle stazioni di servizio; il loro utilizzo è molto elementare e vanno semplicemente diluiti in un pieno di gasolio per innalzare la temperatura di congelamento.

Pre-riscaldatore diesel

Per prevenire e scongiurare il congelamento del diesel e conseguentemente il fermo del veicolo, si impiegano dei pre-riscaldatori elettrici che vengono solitamente installati o dentro il serbatoio o dopo di esso, oppure sulle tubazioni di alimentazione del carburante o sul filtro o sul pre-filtro del gasolio; il loro funzionamento è di tipo elettrico a 12 Volt per le autovetture o per i veicoli commerciali leggeri, oppure di 24 Volt per gli autocarri e i veicoli pesanti. I riscaldatori elettrici a disco sono compatti e leggeri, come ad esempio i modelli MD 9251 e MD 9252 e sono stati concepiti per essere installati lungo le tubazioni, mentre quelli ad astina con sensore, di dimensioni ridotte come il modello MD 9253, sono di norma inseriti all’interno dei filtri gasolio e permettono sia di effettuare il riscaldamento del carburante, sia di misurarne la temperatura. Questi dispositivi permettono di evitare e scongiurare la cristallizzazione del diesel innalzando la temperatura del carburante al di sopra dei 0 °C.

Privacy Preference Center

Necessario

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

CookieConsent, PHPSESSID

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

__utma, _utmb, _utmc, _utmt, _utmz, _uv_id, _utm.gif
_utma (Raccoglie dati sul numero di volte che un utente ha visitato il sito internet, oltre che le dati per la prima visita e la visita più recente. Utilizzato da Google Analytics.), _utmb (Registra un timestamp con l'orario esatto di accesso al sito da parte dell'utente. Utilizzato da Google Analytics per calcolare la durata di una visita al sito.) _utmc (Registra un timestamp con l'orario esatto di uscita dal sito da parte dell'utente. Utilizzato da Google Analytics per calcolare la durata di una visita al sito.), _utmt (Utilizzato per limitare la velocità delle richieste al sito.), _utmz (Raccoglie dati sulla provenienza dell'utente, il motore di ricerca utilizzato, il link cliccato e il termine di ricerca utilizzato. Utilizzato da Google Analytics.), _uv_id (Raccoglie dati sulle visite dell'utente al sito, come ad esempio quali pagine sono state consultate.), _utm.gif (Google Analytics Tracking Code that logs details about the visitor's browser and computer.),

Marketing

Per tracciare comportamenti dell'utente ai fini promozionali

fr, NID, impression.php/#
fr (Utilizzato da Facebook per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.), impression.php/# (Used by Facebook to register impressions on pages with the Facebook login button.)
NID (Registra un ID univoco che identifica il dispositivo dell'utente che ritorna sul sito. L'ID viene utilizzato per pubblicità mirate.)

Non classificati

tr

tr (non classificati)
tr (non classificati)

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Pin It on Pinterest

Share This