Seleziona una pagina

Il sensore del livello dell’olio è uno dei componenti del sistema che gestisce il motore, nella maggior parte dei casi è posizionato sul carter inferiore del propulsore, nella cosiddetta coppa dell’olio. La sua funzione è quella di misurare e monitorare attivamente il livello dell’olio e si contrappone alla classica astina di misurazione, normalmente situata nella parte superiore del motore. Il sensore è direttamente collegato alla centralina del motore ed è in grado di analizzare l’olio e ricavarne il livello, la temperatura e la qualità. Il sensore tramite un segnale PWM è in grado di inviare tutti e tre i parametri alla centralina che li monitorerà costantemente

Sensori livello olio

Dettaglio di un sensore livello olio

Come funziona

La funzione dei sensori dell’olio è quella di non far lavorare il motore con troppo poco olio, quindi di prevenirne l’irrimediabile danneggiamento. Le ultime tecnologie ad ultrasuoni permettono di rilevare continuamente il livello in coppa olio anche durante la marcia del veicolo.
Con il motore in funzione, il livello dell’olio in coppa sarà molto basso in quanto il lubrificante sarà in circolazione nel circuito; a motore spento l’olio sarà tutto depositato in coppa per effetto della gravità. I moderni sensori per il rilevamento dell’olio sono in grado di misurare il suo livello, la sua temperatura e la sua degradazione chimica in ogni condizione di funzionamento, assicurando al conducente di non incorrere in spiacevoli sorprese. Il sensore sorveglia continuamente l’olio così da poter evitare che il livello scenda al di sotto di quello minimo per il corretto funzionamento del motore ed evitare che il velo d’olio nei meccanismi interni venga meno evitando così l’irreparabile danneggiamento del propulsore. La centralina è in grado di compensare quelle particolari situazioni in cui il veicolo si trova in posizione inclinata, oppure in fase di accelerazione, sia longitudinale che trasversale, è quindi in grado di controllare i parametri dell’olio in qualsiasi situazione di utilizzo del veicolo.
Il sensore dell’olio è in definitiva in grado di misurare i parametri dell’olio sia in condizioni statiche che in quelle dinamiche: i valori misurati vengono trasmessi alla centralina (ECU) attraverso un segnale digitale PWM. La centralina a questo punto elabora i dati in arrivo dal sensore insieme al regime di funzionamento del motore e in caso di malfunzionamento è in grado di accendere una apposita spia sul quadro strumenti che avvertirà il conducente nel caso in cui il livello dell’olio sia sceso ad un livello critico, evitando l’avaria del sistema.

 

Sensori livello olio

Dettaglio di un sensore livello olio

I sintomi di un sensore olio danneggiato

Un sensore dell’olio se danneggiato o guasto, non sarà in grado di inviare i corretti parametri alla centralina e probabilmente non invierà alcun dato, in questo caso si accenderà un apposito segnalatore posto sul quadro degli strumenti, all’interno dell’abitacolo. Solitamente il guasto o la rottura di un sensore è da imputare ad un difetto di fabbricazione oppure ad un impatto della coppa dell’olio con qualche ostacolo o detrito del manto stradale, che può danneggiare elettricamente e fisicamente il sensore.

Privacy Preference Center

Necessario

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

CookieConsent, PHPSESSID

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

__utma, _utmb, _utmc, _utmt, _utmz, _uv_id, _utm.gif
_utma (Raccoglie dati sul numero di volte che un utente ha visitato il sito internet, oltre che le dati per la prima visita e la visita più recente. Utilizzato da Google Analytics.), _utmb (Registra un timestamp con l'orario esatto di accesso al sito da parte dell'utente. Utilizzato da Google Analytics per calcolare la durata di una visita al sito.) _utmc (Registra un timestamp con l'orario esatto di uscita dal sito da parte dell'utente. Utilizzato da Google Analytics per calcolare la durata di una visita al sito.), _utmt (Utilizzato per limitare la velocità delle richieste al sito.), _utmz (Raccoglie dati sulla provenienza dell'utente, il motore di ricerca utilizzato, il link cliccato e il termine di ricerca utilizzato. Utilizzato da Google Analytics.), _uv_id (Raccoglie dati sulle visite dell'utente al sito, come ad esempio quali pagine sono state consultate.), _utm.gif (Google Analytics Tracking Code that logs details about the visitor's browser and computer.),

Marketing

Per tracciare comportamenti dell'utente ai fini promozionali

fr, NID, impression.php/#
fr (Utilizzato da Facebook per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.), impression.php/# (Used by Facebook to register impressions on pages with the Facebook login button.)
NID (Registra un ID univoco che identifica il dispositivo dell'utente che ritorna sul sito. L'ID viene utilizzato per pubblicità mirate.)

Non classificati

tr

tr (non classificati)
tr (non classificati)

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Pin It on Pinterest

Share This