Seleziona una pagina
Cenni base sui sensori di temperatura per i gas di scarico I sensori di temperatura per i gas di scarico sono fondamentali nei veicoli attuali in quanto servono a proteggere tutti i componenti dalle temperature eccessivamente elevate. I motori sono continuamente migliorati sia come eco-compatibilità che potenza, quindi anche la tecnologia dei sensori temperatura per i gas di scarico è diversa rispetto al passato. Inizialmente la funzione dei sensori era avere un corretto funzionamento dei catalizzatori mentre adesso sono importanti per proteggere i componenti del motore.



 Posizioni di montaggio



T3 - Prima del turbocompressore T4 - Prima del catalizzatore di ossidazione del motore diesel T5 - Prima/dopo il filtro antiparticolato diesel T6 - Prima/dopo il convertitore catalitico a 3 vie Caratteristiche del prodotto

- Ad oggi siamo alla quarta generazione di sensori di temperatura per i gas di scarico - Questa nuova tecnologia utlizza un termistore nella punta del sensore - Il termistore garantisce tempi di risposta più brevi rispetto al passato - Inoltre vi sono più temperature rispetto al passato. I sensori di temperatura per i gas di scarico di ultima generazione misurano temperature da -40°C a 900°C. Sono piccoli, leggeri e il rivestimento del termistore garantisce un'ottima resistenza alle vibrazioni. TERMISTORE





Ogni tipo di scansione è ottimizzato per una certa gamma di temperatura: Tipo C: 100°C - 900°C Tipo E: -40°C - 900°C Stile dei sensori di temperatura per i gas di scarico

Sezione sensore di ultima generazione - La punta metallica ingloba un termistore. - Il termistore è attaccato con cemento che migliora la resistenza alle vibrazioni e previene il distacco del termistore dai terminali - I sensori di temperatura per i gas di scarico hanno un robusto tubo metallico che assicura resistenza alle temperature più alte. - L'elemento è protetto da un tubo in metallo come protezione contro la fusione. I sensori di temperatura per i gas di scarico NTK sono adatti alle temperature estremamente elevate dell'ambiente in cui funzionano.



Da sinistra verso destra. Possibili angoli di curvatura di un sensore temperatura gas di scarico. Per favorire il montaggio nelle applicazioni più difficili vi è una gamma di sensori flessibili. Grazie a questo design, i componenti con minore resistenza termica sono tenuti lontano da fonti di calore. I sensori sono piegati con possibilità di angolazioni da 0 a 110°.

Manutenzione dei sensori di temperatura per i gas di scarico



- La sostituzione è consigliata a 250.000 km, ma è opportuno sostituire prima il sensore. - I sensori situati in posizione T3 si rompono prima perchè esposti alle vibrazioni, sopratutto nei motori downsizing (piccola cilindrata ed elevate prestazioni) - Il sensore si rompe anche in caso di intasamento del catalizzatore DFP (filtro antiparticolato diesel) Diagnosi dei sensori temperatura gas di scarico

- La spia MIL lampeggia (MIL: indicatore luminoso di malfunzionamento) - Illuminazione provvisoria: si è rilevato un guasto temporaneo. non richiede ulteriore attenzione poichè non è continuo - Illuminazione permanente: il problema è da risolvere quanto prima (in officina) - Lampeggio veloce: significa errore fatale. Il veicolo deve essere riparato immediatamente per evitare il guasto di altri componenti. Ridurre in modo sostanziale velocità e accelerazione - appena possibile, spegnere il motore. Tutti i codici di errore diagnostici devono essere letti con un'adeguata apparecchiatura diagnostica. Tutti i codici iniziano con "P" = da P0001  a P0999

Pin It on Pinterest

Share This