Seleziona una pagina
Dunque, prima di partire è meglio dare dei consigli preliminari sulla manutenzione periodica della sonda lambda e cosa fare, oppure cosa evitare, per cercare di ridurre al minimo il deterioramento del pezzo.

MANUTENZIONE PERIODICA

Le sonde lambda vanno sostituite periodicamente seguendo le indicazioni del costruttore (normalmente ogni 50.000-60.000 km) perché l’elemento sensibile perde efficienza col tempo, a causa della contaminazione chimica causata dai gas della combustione. Le sonde diventano gradualmente insensibili, e vanno perciò considerate materiale di consumo come i filtri, le candele, ecc. La mancata sostituzione periodica provoca degrado delle prestazioni del motore, aumento di consumi e inquinamento ambientale e soprattutto il rapido deterioramento della costosa marmitta catalitica.

DETERIORAMENTO DELLE SONDE LAMBDA

In generale tutte le sonde sono molto sensibili alle contaminazioni da piombo, idrocarburi incombusti, depositi carboniosi, vapori di olio lubrificante, silicone e liquido di raffreddamento. Notare che:

1.    Carenza di regolare manutenzione e messa a punto del motore danneggia la sonda.

2.    Depositi carboniosi e idrocarburi incombusti dovuti a miscela ricca danneggiano la sonda.

3.    Contaminazione da piombo dovuta a benzine di scarsa qualità o uso erroneo di benzina con piombo causa un rapido deterioramento della sonda.

4.    Contaminazione da siliconi causata da benzina “verde” di cattiva qualità deteriora rapidamente la sonda.

5.    Contaminazione da liquido di raffreddamento dovuta a trafilamenti dalle guarnizioni motore in motori usurati, causa il danneggiamento della sonda.

ATTREZZI NECESSARI

•    Chiave esagonale da 22 mm per sonde M18 (o da 17 mm per sonde M12).

•    Chiave esagonale da 10 mm per sconnessione batteria (e per eventuale flangia della sonda)

ATTENZIONE

Molto importante:

  • non sostituire la sonda quando il motore è caldo
  • non toccare con le mani il collettore di scarico caldo
  • attendere che sia debitamente raffreddato
ATTENZIONE Leggere molto bene le istruzioni prima di effettuare la sostituzione della sonda.
  • non usare chiavi slabrate
  • non usare chiavi a percussione
ATTENZIONE La filettatura della sonda è coperta da uno speciale composto lubrificante che evita che la sonda si saldi a caldo al corpo del collettore, facilitando il futuro smontaggio. Non  rimuovere questo grasso antibloccaggio. Fare anche attenzione a non spargerlo sulla testa della sonda, per non contaminare irreparabilmente la sonda. PROCEDURA 1.    Identificare la sonda da sostituire ed il relativo connettore. 2.    Rimuovere il  connettore della sonda dal relativo attacco e pulire i terminali di quest’ultimo con disossidante per contatti elettrici. 3.    Con la chiave da 22mm (o da 17mm per le sonde M12) rimuovere la sonda vecchia. NOTA: Questo risulta più facile quando il collettore è moderatamente caldo. (Se la sonda ha una flangia, occorre rimuovere e sostituire anche questa). 4.    Pulire bene il foro filettato eliminando sporcizia e corrosione, in modo da garantire una buona conduzione elettrica. 5.    Rimuovere il cappuccio protettivo dalla testa della sonda, facendo attenzione a non sporcarla col grasso speciale conduttivo antigrippaggio o altro sporco del vano motore. NOTA: se il filetto della sonda non è ingrassato, impiegare Cyclo C681 Lambda Antiseize o altro grasso conduttivo speciale per sonde lambda equivalente. 6.    Inserire la sonda e avvitarla a mano fino in fondo nella sua sede filettata. 7.    Completare il montaggio con la chiave chiudendola ancora per ½ giro-¾ di giro (coppia di serraggio max.  di 35-45 Nm nel caso di sonda M18, oppure 18-23 Nm per sonde M12. NON SUPERARE TALI VALORI DI COPPIA. 8.    Collegare il connettore della sonda al rispettivo attacco. NOTA IMPORTANTE A COMPLETAMENTO

Dopo la sostituzione della sonda, vanno compiute ancora due operazioni sul sistema di gestione motore:

1. Il Reset della centralina del sistema.

2. La Ri-assegnazione dei parametri della nuova sonda alla centralina.

Ciò è necessario per cancellare dalla memoria della centralina qualsiasi precedente condizione di errore e per evitare una cattiva regolazione, impostata sui parametri della vecchia sonda. In molti casi è sufficiente staccare la batteria per 2-3 minuti e poi far compiere al veicolo un breve giro di prova di 5-10 minuti. Fare comunque riferimento alla procedura prevista dalla casa costruttrice del veicolo nel relativo manuale di manutenzione.

Pin It on Pinterest

Share This