Seleziona una pagina

Un classico sistema ABS è composto da una centralina elettronica, dai sensori ABS, tipicamente uno per ruota e un attuatore elettro-idraulico. I sensori ABS sono un elementi e componenti di grande importanza per il corretto funzionamento del sistema: possono essere di tipo induttivo o di tipo HALL e consentono di rilevare la velocità di rotazione degli pneumatici. Sono solitamente posizionati sul mozzo ruota e davanti al sensore è posta una ruota dentata (sensore induttivo), o un anello con poli magnetici (sensore HALL) che gira alla stessa velocità dello pneumatico. La rotazione della ruota dentata o dell’anello magnetico genera una corrente alternata che è inviata ed analizzata dalla centralina ABS; la frequenza di questa tensione è direttamente proporzionale alla velocità di rotazione dello pneumatico, per cui la centralina è in grado di calcolare con precisione la velocità di ogni singola ruota del veicolo. Il principale difetto dei sensori, se così possiamo dire, è quello di essere installati e posizionati in prossimità delle ruote del veicolo, per cui sono sottoposti e soggetti a guasti meccanici, come il deterioramento del cablaggio o del sensore stesso dovuto all’impatto di corpi estranei provenienti dal fondo stradale. In caso di rottura o malfunzionamento anche di un solo sensore l’impianto frenante continuerà a funzionare in modo convenzionale, senza quindi l’ausilio dell’ABS e potrebbe accendersi la relativa spia di avaria nel quadro strumenti.

Sensore ABS

Sistema antibloccaggio sistema di frenata ABS

Come funziona l’ABS

L’ABS, dall’acronimo inglese Antiblock Bracking System, è un sistema di sicurezza attivo che evita alle ruote di bloccarsi, garantendo al veicolo la corretta guidabilità in fase di frenata ; prima della sua introduzione, la sicurezza del veicolo era affidata alla regolazione di dispositivi meccanici che comunque non garantivano la stessa dinamicità di reazione.
L’ABS per funzionare necessita della cosiddetta ruota fonica: è costituita da una corona dentata, o da dei denti metallici posizionati e ricavati direttamente sul mozzo sopra i quali vengono posizionati i sensori ABS. Per ogni veicolo che impiega la tecnologia ABS avremo quindi quattro ruote foniche e un sensore, in grado di trasmette alla centralina ABS la velocità di rotazione di ogni singola ruota. Se il fondo stradale risulta essere particolarmente dissestato, la frenata può causare il blocco di uno o più pneumatici: i sensori rilevano la velocità delle ruote foniche e la centralina interviene azionando una pompa elettro-idraulica che scarica la pressione della pinza incriminata, restituendo allo pneumatico aderenza. A questo punto viene gradualmente ripristinata la pressione sulla pinza fino a quando non perde di nuovo aderenza e il ciclo si ripete.

Pin It on Pinterest

Share This