Seleziona una pagina

Il sensore del livello dell’olio è uno dei componenti del sistema che gestisce il motore, nella maggior parte dei casi è posizionato sul carter inferiore del propulsore, nella cosiddetta coppa dell’olio. La sua funzione è quella di misurare e monitorare attivamente il livello dell’olio e si contrappone alla classica astina di misurazione, normalmente situata nella parte superiore del motore. Il sensore è direttamente collegato alla centralina del motore ed è in grado di analizzare l’olio e ricavarne il livello, la temperatura e la qualità. Il sensore tramite un segnale PWM è in grado di inviare tutti e tre i parametri alla centralina che li monitorerà costantemente

Sensori livello olio

Dettaglio di un sensore livello olio

Come funziona

La funzione dei sensori dell’olio è quella di non far lavorare il motore con troppo poco olio, quindi di prevenirne l’irrimediabile danneggiamento. Le ultime tecnologie ad ultrasuoni permettono di rilevare continuamente il livello in coppa olio anche durante la marcia del veicolo.
Con il motore in funzione, il livello dell’olio in coppa sarà molto basso in quanto il lubrificante sarà in circolazione nel circuito; a motore spento l’olio sarà tutto depositato in coppa per effetto della gravità. I moderni sensori per il rilevamento dell’olio sono in grado di misurare il suo livello, la sua temperatura e la sua degradazione chimica in ogni condizione di funzionamento, assicurando al conducente di non incorrere in spiacevoli sorprese. Il sensore sorveglia continuamente l’olio così da poter evitare che il livello scenda al di sotto di quello minimo per il corretto funzionamento del motore ed evitare che il velo d’olio nei meccanismi interni venga meno evitando così l’irreparabile danneggiamento del propulsore. La centralina è in grado di compensare quelle particolari situazioni in cui il veicolo si trova in posizione inclinata, oppure in fase di accelerazione, sia longitudinale che trasversale, è quindi in grado di controllare i parametri dell’olio in qualsiasi situazione di utilizzo del veicolo.
Il sensore dell’olio è in definitiva in grado di misurare i parametri dell’olio sia in condizioni statiche che in quelle dinamiche: i valori misurati vengono trasmessi alla centralina (ECU) attraverso un segnale digitale PWM. La centralina a questo punto elabora i dati in arrivo dal sensore insieme al regime di funzionamento del motore e in caso di malfunzionamento è in grado di accendere una apposita spia sul quadro strumenti che avvertirà il conducente nel caso in cui il livello dell’olio sia sceso ad un livello critico, evitando l’avaria del sistema.

 

Sensori livello olio

Dettaglio di un sensore livello olio

I sintomi di un sensore olio danneggiato

Un sensore dell’olio se danneggiato o guasto, non sarà in grado di inviare i corretti parametri alla centralina e probabilmente non invierà alcun dato, in questo caso si accenderà un apposito segnalatore posto sul quadro degli strumenti, all’interno dell’abitacolo. Solitamente il guasto o la rottura di un sensore è da imputare ad un difetto di fabbricazione oppure ad un impatto della coppa dell’olio con qualche ostacolo o detrito del manto stradale, che può danneggiare elettricamente e fisicamente il sensore.

Pin It on Pinterest

Share This